La soluzione naturale al benessere del tuo corpo.

La biochimica dell’invecchiamento

Farmacqua … chiedi al tuo punto vendita più vicino, come agisce. (accanto a te)

Lo stress ossidativo, fenomeno naturale collegato all’invecchiamento del corpo, sfocia in diverse malattie o in affaticamento del corpo, impedendo a ciascuno di sentirsi a proprio agio e sicuro riguardo la propria salute.

I sintomi dello stress ossidativo sono nella maggior parte dei casi considerati come un fenomeno naturale collegato all’invecchiamento del corpo, mentre questi in realtà non sono che una conseguenza dell’attacco dei radicali liberi all’interno dell’organismo.

Cosa sono i radicali liberi?

I radicali liberi sono molecole che si formano dal normale metabolismo cellulare quando la cellula trasforma i nutrienti alimentari e l’ossigeno in energia. 

La caratteristica che rende i radicali liberi potenzialmente dannosi per l’organismo è la loro instabilità energetica. Per raggiungere uno stato energetico più stabile, essi tendono a cedere il proprio elettrone e ad acquistarne un altro, rendendo instabile una nuova molecola, dando inizio ad una reazione a catena che porta alla formazione di metaboliti tossici.

La loro instabilità determina l’insorgenza di diversi disturbi metabolici: IPERTENSIONE, DIABETE, PROBLEMI RENALI, CIRCOLATORI…che in sostanza determinano L’INVECCHIAMENTO E IL DETERIORAMENTO DI TUTTI I TESSUTI DEL CORPO.

Il problema Nitriti: la soluzione

Farmacqua … chiedi al tuo punto vendita più vicino, come agisce. (accanto a te)

L’inquinamento da nitrati delle acque superficiali e sotterranee, causato dalle dispersioni delle reti fognarie, dalla cattiva gestione dei fanghi provenienti dai trattamenti degli acquedotti, dal non corretto smaltimento dei liquami zootecnici e dall’eccessivo impiego di fertilizzanti azotati in agricoltura, è uno dei principali problemi dell’acqua destinata al consumo umano. Il consumo di acqua contenente concentrazioni elevate di nitrati e l’assunzione di alimenti preparati con questo tipo di acqua può provocare problemi tossicologici anche gravi.

Oltre a ciò, all’interno del sistema circolatorio sanguigno, i nitrati possono provocare la modificazione dell’emoglobina in metaemoglobina, con conseguente riduzione di ossigeno. Nei neonati la metaemoglobinemia è considerata la causa di una grave malattia, conosciuta con il nome di “blue baby sindrome”: la sindrome del bambino cianotico. Questa patologia si può manifestare nei neonati alimentati con latte artificiale, preparato utilizzando acqua contenente nitrati in quantità elevate.

Allergie e salute

Farmacqua … chiedi al tuo punto vendita più vicino, come agisce. (accanto a te)

Residui di pesticidi su frutta e verdura presenti sulle piante per uccidere i parassiti sono i principali responsabili dell’insorgere delle ALLERGIE.

Un gruppo di ricercatori dell’Albert Einstein College of Medicine di New York (Usa), hanno studiato ed evidenziato la correlazione esistente fra il consumo di determinate colture non biologiche e la presenza di un livello significativo di diclorofenolo. Questa sostanza è comunemente rintracciata nei pesticidi utilizzati dagli agricoltori nell’attività di contrasto di insetti e parassiti.

Lo studio è stato condotto fra il 2005 ed il 2006 ed ha coinvolto circa 10.348 partecipanti analizzati. Il risultato della ricerca effettuata ha evidenziato che 1/5 (un soggetto su cinque) MANIFESTAVA UN’ALLERGIA ALIMENTARE mentre 1/2 (un soggetto su due) MANIFESTAVA UN’ALLERGIA AMBIENTALE.

L’acqua e l’alimentazione

TUTTO CIÒ CHE INGERIAMO, IL NOSTRO ORGANISMO LO UTILIZZA PER COSTRUIRE SE STESSO. SIAMO IL CIBO CHE MANGIAMO, L’ARIA CHE RESPIRIAMO E SOPRATTUTTO L’ACQUA CHE BEVIAMO.

Farmacqua … chiedi al tuo punto vendita più vicino, come agisce. (accanto a te)

L’ energia del nostro corpo è essenziale per tutti i diversi stili di vita, ma comune a tutti è l’ acqua. Infatti se è vero che l’alimentazione può variare a seconda che un individuo sia sportivo o sedentario, vegetariano o vegano, sano o affetto da patologie metaboliche, quello che li accomuna tutti è l’acqua.

Da qui nasce l’importanza della qualità dell’acqua e di come questa sia la componente essenziale, manifesta o dissimulata di tutta la nostra alimentazione, di come essa rappresenti non solo la base principale nella preparazione dei cibi, ma ne costituisca anche l’ essenza stessa per l’ esaltazione del gusto.

Calcolosi e prevenzione

Che l’ acqua da bere sia in qualche modo legata alla formazione, al passaggio e alla prevenzione dei calcoli delle vie urinarie è ormai universalmente riconosciuto, tanto a livello medico che nella cultura popolare. La letteratura scientifica a riguardo è molto vasta e i risultati sono largamente diffusi. Da qui si desume che un’acqua ad alto contenuto di residuo fisso, ovvero un’acqua dura, con pre- senza di fosfatato di calcio, favorisce l’insorgere di depositi nefrologici.

Il fosfatato di calcio presente nell’acqua, legandosi con l’ossalato di calcio di origine alimentare presente all’interno dell’intestino umano, non favorisce la successiva filtrazione da parte dei reni. Da tutto ciò deriva la formazione di calcoli renali che tecnicamente sono delle piccole aggregazioni derivanti da depositi di sali minerali, in genere sitati nelle vie urinarie o nei reni. I sali minerali possono essere composti da minerali inorganici o organici. Solo le piante possono assimilare le sostanze inorganiche mentre gli uomini non sono in grado di farlo, per questo la qualità dell’acqua è di fondamentale importanza per la prevenzione della loro formazione e per la loro cura naturale.

Farmacqua … chiedi al tuo punto vendita più vicino, come agisce. (accanto a te)

L’acqua in pediatria

La qualità dei processi vitali e quindi la stessa salute dei bambini dipende dalla qualità dell’acqua che ingeriscono. I bambini evolvono il loro atteggiamento verso il bere nella prima infanzia, è importante trasferire loro delle corrette abitudini alimentari e la consapevolezza di quanto sia importante una buona idratazione che li aiuterà sia durante l’ accrescimento sia nelle fasi successive. Bisogna ricordare che per un bimbo è estremamente facile disidratarsi rapidamente con l’attività ludica, con una febbre, nelle calde estati o durante una diarrea seppur breve.

Nel lattante la percentuale di acqua corporea si aggira intorno al 75% con un rischio di disidratazione che è 3 volte quello degli adulti. Una relativa riduzione dell’acqua corporea può condizionare fortemente la salute dei più piccoli.

Un’idratazione adeguata:

  • garantisce una maggiore attenzione a scuola (basta una riduzione dell’1-2% dell’acqua corporea per ridurre del 10% la concentrazione durante lo studio)
  • previene stati di costipazione e stipsi contribuendo ad una regolarità intestinale
  • aiuta il controllo del peso. Infatti bere meno acqua è correlato a obesità e a un maggior introito calorico probabilmente anche per la sostituzione con bevande gassate
  • è di fondamentale utilità nella performance ginnica, infatti, una leggera disidratazione riduce l’energia e le capacità motorie fino al 25%.

Farmacqua … chiedi al tuo punto vendita più vicino, come agisce. (accanto a te)

Disidratazione e diabete.

I soggetti affetti da una patologia diabetica devono prestare particolare attenzione al rischio disidratazione; infatti questi, soprattuto se scompensati, hanno già una propria tendenza patologica a disidratarsi. Ciò vuol dire che anche una leggera diminuzione nei livelli di idratazione può causare loro dei seri problemi di salute con conseguente conduzione a iperglicemia

Farmacqua … chiedi al tuo punto vendita più vicino, come agisce. (accanto a te)